Due pozzi si guardano quasi l’un l’altro, congiungendo come puntini sulla carta uno dei percorsi più belli in Toscana.

Il primo si trova nel centro storico di Pienza. Città rinascimentale nel suo piccolo più bella anche di Firenze, tappa obbligata per ogni appassionato di storia dell’urbanistica e architettura rinascimentale. E’ stato progettato insieme alla piazza Pio II, per guardare verso il monte Amiata.

Il secondo, si trova davanti alla cappella della Madonna di Vitaleta, a San Quirico. Un traguardo su uno dei percorsi fotografici più famosi della Toscana. Quella cappella rinascimentale circondata dai cipressi è nell’immaginario globale Toscano. Ritratta in film, libri, calendari, ormai da decenni. Ma quello non è il soggetto in se a farne un’esperienza fotografica, ma il percorso per raggiungerlo. Per godere della sua facciata orientata dritta al tramonto, si deve attraversare i crinali collinosi più belli della regione.

Se avete voglia, a piedi o in bicicletta vi portano fino a Pienza evitando i percorsi automobilistici.

Pubblicherò a breve una galleria dedicata alla Val d’Orcia.