Questo meraviglioso lampadario dalla luce rifrangente verde bottiglia è quasi un rosone nella cantina cattedrale nel sottosuolo degli stabilimenti Banfi. Il profumo impregnato delle uve nel legno di enormi botti è sacro dopotutto. E i visitatori qui passano rapidi, scacciati come fedeli troppo curiosi dai frati-guardiani del templio. Il letto del fiume ombrone che scorre a pochi metri da questo luogo crea  l’umidità adatta a sigillare la trasudazione delle fermentazioni nel legno.