guinzaglio

Quasi una prova. Ma vorrei implementare delle gallerie per le fotografie nella sidebar.
Conchiglie in Maremma… che dite, l’idea forse è carina.

Sono le montagnette di pezzettini madreperlati sul bagnasciuga, le alette delle arselle, i sassolini, le vongole striate, le unghiette rosse, le turritelle, gli ossi di seppia. Portati dal mare e scintillanti al sole, hanno sempre attirato la curiosità dei visitatori delle spiaggie. Quando i bianchi mucchietti a striature sono recenti e particolarmente ricchi, si incontrano persone alla mattina presto con il capo chino a vagare inciampando sulla sabbia. Percorrendo chilometri sorvolando le conchiglie.
Insieme a quelle conchiglie, tutti sperano di trovare qualcosa. Magari la più bella delle conchiglie, quella intera o un frammento di qualche oggetto estraneo, un pò come frugare tra dei detriti spaziali.

Insomma, un concetto che richiama quello di tanti pensieri, contributi, foto, post, aneddoti. Senza un filo preciso, tranne quello del territorio in cui vivo che è la Maremma Toscana, le passioni che ho, le fotografie che scatto. Vorrei lasciare qui i fotogrammi che più mi piacciono, a volte commentarli o descrivere la loro storia. Mi piacerebbe lasciare qui qualche traccia di esperienze, anche come semplice esercizio a scrivere.

Parlavo del nome “Conchiglie”… forse è carino ma non sono ancora convinto. L’importante è iniziare. Forse tra un pò l’avrò meglio idealizzato. La piacevolezza di un nome o di un titolo scaturisce molto dalla sua connotazione: cioè dalla sua storia (anche breve) e dalle immagini mentali a cui riesce a collegarsi. E questo quindi dipende dall’immediato futuro, quando questo blog avrà trovato una sua strada e collocazione tematica. Se mai la troverà.

Beh, è una prova, vediamo se funziona.

I blog dove si scrive da soli – a meno che non si è Beppe Grillo – funzionano poco.
Ho iscritto due ragazze in questo blog che mi piacerebbe mi aiutassero. Se avranno voglia di partecipare i prossimi post saranno forse i loro.
Io stesso non credo di essere abbastanza assiduo da lasciare continui aggiornamenti a questo spazio. Ma credo che se siamo un piccolo gruppo sarà più facile innescare tra di noi la voglia di scrivere e di diffondere qualcosa. Basta un piccolo frammento. Questo è il concetto dei mucchietti di conchiglie.

Per presentarmi voglio pubblicare due foto oltre quella in apertura: una è la spiaggia che ho usato per personalizzare il banner e che ha ispirato il tema del blog. L’altra mi riguarda direttamente. La stanza è il luogo dove sto aprendo questo primo post.
Spero di aver configurato bene l’orologio del blog: UTC +2 ore ? Non ricordo che ora è l’universal time code…

Benvenuti a tutti
e soprattutto agli editori che vorranno partecipare.
Sono ottimista per almeno uno di loro !

Mucchietti di conchiglie al km28

stanza di sera