La cascatella di Bagno Vignoni sgorga da un trampolino naturale che cresce grazie ai depositi calcarei e sulfurei della sorgente termale. E’ forse la collina con la vista più bella della Val d’Orcia. E uno degli unici luoghi dove, per il passaggio della via Francigena, il turismo di massa è sempre esistito.  Incastonati sotto queste scogliere bianche, ci sono le terme romane, una torre medievale, vasche rinascimentali, mulini del settecento.

Sono rimasto in attesa di questo scatto quasi un intero pomeriggio, aspettando su uno dei banchi scoscesi che si affacciano sull’Orcia. Il momento migliore quando la luce tramontava dietro la scogliera, con l’acqua scintillante della cascata, gli ultimi bagnanti e il cane irrequieto.

Le due sponde di Bagno Vignoni e la rocca di Tentennano sono agli estremi dell’affluenza turistica: al di là si trova il borgo più quieto, e probabilmente più bello, di tutta la valle: Campiglia d’Orcia.