befafc355f6377e8ffefc0a469276b10

Grottesco l’effetto che si ottiene infrangendo in grafica la coerenza tra l’importanza del significato da comunicare e le dimensioni degli elementi nello spazio. Una regola banale. Mi riferisco alla campagna della Regione Toscana dedicata alla prevenzione delle cadute dall’alto che campeggia sui cantieri in città, “Sicuro non cado“… Le imprese dai buoni propositi si vantano pubblicamente del rispetto delle normative di sicurezza mostrando sulle impalcature enormi striscioni come quello che vedete sotto, per rassicurare passanti e lavoratori sulla assoluta sicurezza del luogo di lavoro.

La cosa incredibile però è che su un elaborato realizzato per essere visto a lunga distanza viene scritta piccolissima la negazione, con il risultato che visto da lontano il significato si ribalta e sembra suggerire l’opposto. Sicuro vengo giù. Da quando un amico me lo ha fatto notare mi immagino gli operai attaccati ai tubi innocenti scongiurando la iettatura.

Non ci credete ? Guardate sotto. L’elaborato grafico è pulito e razionale, ma sarebbe bastato maggiore equilibrio degli elementi per evitare ambiguità e figuracce.