Post taggati ‘parco dell’uccellina’

Colle Lungo

L’enorme scogliera di Colle Lungo si tuffa dalla pineta dell’Uccellina affondando nelle sabbie bianche. Non c’è una spiaggia più bella in Toscana. CONTINUA…

Alberese e il parco

parco-alberese-01parco-alberese-02parco-alberese-03parco-alberese-05Ci vogliono 4 ore per percorrere a piedi e con molta tranquillità l’itinerario che comincia dalle colonne al bordo della strada fino a Marina di Alberese. 18 chilometri di stradine ciclabili e ponticelli che attraversano la radura maremmana con le vacche al pascolo e la bellissima pineta a ridosso dei monti dell’Uccellina. Andateci adesso, prima della stagione estiva quando la strada è quasi vuota, non si paga un biglietto di entrata e la spiaggia alla fine del percorso è deserta. In bicicletta o ancora meglio a piedi: gli animali non si nasconderanno anzi in certi casi vi seguiranno. Il centro accoglienza turisti, completamente vuoto, è presidiato in questa stagione solo dalle volpi. Quando si torna da un lungo periodo di astinenza fotografica si riparte sempre dagli inizi: dalla natura.

La strada per cala di forno

Cala di forno, parco dell'uccellina, percorso a4Cala di forno, parco dell'uccellina, percorso a4Cala di forno, parco dell'uccellina, percorso a4Cala di forno vista dal percorso a4 del parco dell’uccellina. Al contrario da quello che ci si aspetterebbe da un parco naturale, all’ interno del percorso si passa dall’oliveto più bello e meglio curato che abbia mai visto, con alberi sicuramente quasi secolari, con il prato rasato intorno e una potatura degna di un giardino all’italiana. Chissà in quale etichetta di extravergine entrano quelle olive. Il sentiero per Cala di Forno è sicuramente il più facile; la baia, protetta dai venti di scirocco è uno dei luoghi marini più belli della Maremma.

Sicuramente è anche grazie alle 9€ del prezzo del biglietto e alle 2 ore di sentiero necessarie per raggiungerla che ne impediscono il medesimo destino di cala violina: assediato dai camper il parcheggio di Alberese, soprattutto in giornate come il primo di maggio, la cala sarebbe invasa da orde di bagnanti e campeggiatori.

Alberese, il parco e l’ombrone sul National Geographic

In primo piano la spiaggia di Alberese, sullo sfondo la costruzione sregolata di Marina di Grosseto

Il National Geographic di questo mese dedica due pagine alla Maremma, quella perla di territorio tra Talamone e Marina di Grosseto”. Raccontando degli sforzi che portarono alla creazione nel 1975 del secondo parco nazionale protetto d’Italia dopo quello del Ticino, il Parco dell’Uccellina. Salvando questa meravigliosa zona dalle speculazioni edilizie e dalle “valorizzazioni” intese come lottizzazioni della terra agraria un tempo dominio delle pinete, dei cavalli e delle vacche maremanne.

Ecco perchè in questo caso direi che la bella Maremma finisce proprio a Principina a Mare, ultima zona in parte preservata prima del canale San Rocco e soprattutto prima della “speculata” Marina di Grosseto. Il cuore del parco, citato anche dalle pagine del NG, è Cala di Forno.


My status

Links

Alexarank

Ricerca