Galleria di foto da Parigi, pochi scatti di un breve soggiorno. Il mio preferito resta quello in cui ho potuto respirare l’atmosfera di Parigi libera dallo zuccheroso trafficare delle coppiette di turisti. Due ore nel cuore di Montmartre la mattina molto presto; prima che arrivassero i ritrattisti e le prime code di visitatori col cartello; quando riesci ancora a individuare le figure che appartengono alla strada.

Un tondo commissario accompagnato da un altro ufficiale col borsalino, i cuochi ancora col grembiule candido, due uniformi arrampicate a cambiare le lampadine sui lampioni art nouveau. Il camion pasticceria, parcheggiato davanti all’inferriata sfornava continuamente dolcetti a forma di barilotto; il ragazzo volava su è giù con cassette fumanti e spariva dietro ad un cancello.

Dall’altro lato un passaggio identico saldato dalla ruggine. Dietro, una chiesa e un cimitero piccolo come un giardinetto dove all’ombra di un platano un gendarme si trafogava uno dei dolcetti intercettati. Un bambino in completo beige e gilet aspettava digiuno e diritto; stella ebraica sul risvolto della giacca. Odore di cerimonia e di festa, o forse solo la colazione.