La donna in cammino, il titolo della mostra di Alberto Inglesi inaugurata oggi nelle strade del centro di Grosseto. …e l’uomo sulla panchina.

Sculture femminili spregiudicate e provocatorie condividono lo spazio urbano. C’è chi le ammira, chi le rimira, chi le giudica, chi le ignora.

Il bello di una mostra diffusa sono le collocazioni inusuali quotidiane, luoghi urbani di un’intera città. Le opere prendono vita nei luoghi più preziosi e frequentati, i più cari spazi cittadini.

“vivere la scultura nello spazio urbano dove le vie e le piazze sono teatro delle vite umane, scene e quinte dell’esistenza”

Esattamente come succede in questo scatto, da questa prospettiva davvero divertente da trovare.